Tag

,

Per quello che ancora voglia dire. Buona festa dei lavoratori a chi lavora, a chi non lavora, a chi è precario da poco e chi lo è da anni. Per chi cerca il primo impiego dopo gli studi e chi lo cerca da una vita anche senza studi. Chi marcerà per un futuro più equo e per chi il futuro lo ha già acquisito, per chi il futuro vuole costruirlo da solo e per chi aspetta che gli altri lo facciano al suo posto. Per chi al futuro ormai non ci pensa più e per chi il futuro lo ha perso per strada, per chi il futuro era dietro l’angolo e per chi dietro l’angolo si è trovato uno scippatore. Per lo scippatore che deve campà e per lo scippato che non può più campà. Per i fannulloni che lavorano 12 ore al dì e per i parlamentari che fanno le loro faticose quattro ore. Per chi vive tirando la carretta e per chi la carretta l’ha dovuta pignorare per vivere, per chi usa una valigia al posto della borsetta e per chi la borsetta la usa solo per i fazzolettini.

Chiunque voi siate, BUON PRIMO MAGGIO A TUTTI!

Annunci