Italiano ormai è sinonimo di “razzista”, ma con allegato la parola di “presuntuoso”. Neanch’io sfuggo alla regola, sia chiaro, ma affermare che “con tutti questi extracomunitari che ci portano le malattie” senza sapere che è un italiano, e “Allora bisogna finirla con tutti questi viaggi strani” quando in Messico detta persona ci va per suo figlio credo si sia raggiunto il limite. La ciliegina sulla torta è avvisare prima i media della persona interessata.

Nel 2004, però, nessuno ha criticato quei DEFICIENTI che sono andati in vacanza a Sumatra e dintorni con bambini di pochi anni. Bambini che se si beccano qualcosa non sai a chi rivolgerti perché sono posti non proprio con copertura sanitaria completa. Questi non sono viaggi strani, nooooooo! Nessuno si lamenta, poi, degli altri numerosi idioti che se le vanno  cercare frequentando per turismo i paesi dove un giorno sì e uno anche c’è un omicidio per strada. Questi sono degli intelligentoni.

Annunci