Tag

, , ,

C’era una volta uno che si fece in quattro per recuperare le firme necessarie per far passare dei referendum contro la legge elettorale attuale. C’era una volta uno che lottava, si scontrava e pretendeva di essere il cane da guardia della democrazia: non era un oxfordiano, ma centrava il punto come nessuno. C’era una volta uno che si batteva per le regole democratiche del paese in cui viveva al punto di allearsi politicamente con un partito con cui non aveva nulla in comune. C’era una volta uno che pur di andare contro chi si batteva era disposto a cambiar parere sconfessando il referendum di cui era il primo firmatario.

Quell’uomo che ha detto «Berlusconi ha detto sì, quindi noi dobbiamo dire no», oggi ci ha fatto capire che della democrazia, della mediocre legge elettorale, del referendum e del cane da guardia di cui si riservava i diritti non gliene frega un cazzo. Di Pietro è solo contro Berlusconi. Punto.

Annunci