Tag

, , , , ,

Meno male che tutti i giornali sono contro Berlusconi.

Repubblica mette in cima, come è giusto che sia, alla sua pagina web la notizia sul non-appoggio della Lega e di An. Giusto così, indipendentemente dalla condanna, una vistosa spaccatura nella maggioranza è una notizia che interessa tutti.

immagine2

Il Corriere della Sera, invece, mette in cima il risultato dell’ennesimo sondaggio che santifica il PDL e che non frega a nessuno, relegando ben più in sotto la questione sul processo e non accennando minimamente al non-appoggio degli alleati.

immagine1

Non che gli altri giornali vadano molto meglio, Libero non ne parla, anzi difende Mr B., mentre quelli (Giuliano Ferrara è troppo grosso per essere considerato uno solo) de  “Il Foglio” non ne vogliono parlare, come “Il Manifesto” dove non si accenna neanche al caso Berlusconi-Mills, nemmeno un articolo e solo una vignetta di Vauro è l’unica traccia della vicenda sull’intero sito! L’unica nota positiva è che parlano ampiamente delle nomine RAI, fatte sotto elezioni.

Mi ha piacevolmente colpito, invece, “La Stampa” che spiega che il rinvio dell’arringa è dovuto ad un possibile autogol in campo elettorale e che è stato preso di “comune accordo”. Un punto di vista diverso, ma almeno di questo macello ne parla, pur non mettendo l’articolo in cima. Bene così!

Annunci