Tag

, , , , , , , , , , ,

Da un mese e mezzo il quotidiano La Repubblica pone tutti i giorni le stesse dieci domande a Silvio Berlusconi sulla sua vita privata. Finora, però, il capo del governo non ha risposto e intanto è stato sommerso da altri scandali e rivelazioni su presunti festini nelle sue residenze romane e sarde. Lui denuncia un campagna spazzatura nei suoi confronti e vede in questi attacchi un complotto ordito, tra gli altri, dal gruppo editoriale L’Espresso-Repubblica, il cui azionario principale è l’uomo d’affari Carlo De Benedetti, da decenni avversario dichiarato del Cavaliere. Il gruppo di De Benedetti ha in effetti annunciato la sua intenzione di far causa a Berlusconi accusandolo di avergli tagliato le entrate pubblicitarie. Il 13 giugno il capo del governo aveva infatti invitato i giovani imprenditori a non fare inserzioni sul quotidiano, accusato di portare avanti ‘un piano sovversivo’. Intanto le tv private del Cavaliere minimizzano lo scandalo e il direttore di Rai Uno, Augusto Minzolini, ha difeso lo strano silenzio dei suoi tg sulla questione: ‘È solo gossip’.”
Le Temps

Se domani il presidente del consiglio italiano Silvio Berlusconi dovesse dare le dimissioni, molti italiani che s’informano solo guardando la tv potrebbero non avere idea dei motivi che l’avrebbero spinto a farlo. I tre canali commerciali di proprietà del presidente del consiglio italiano hanno minimizzato o ignorato gli scandali sulla sua vita privata. Ma, cosa ancora più sorprendente, l’ha fatto anche la tv di stato.
The Times

Coinvolto dagli scandali sessuali, Silvio Berlusconi non ha potuto celebrare la vittoria del suo partito nella seconda tornata delle elezioni amministrative in Italia. Il 18 giugno si è saputo che la magistratura di Bari sta indagando su un presunto giro di squillo che sarebbero state ospiti delle feste del premier. Berlusconi, perciò, ha dovuto investire più energie per limitare i danni alla sua reputazione. E si è rivolto al suo impero dei media per ricevere aiuto. Il settimanale Chi, del gruppo Fininvest, ha pubblicato una lunga intervista in cui Berlusconi viene descritto come un bravo capofamiglia. Tuttavia, parte della chiesa cattolica ha attaccato il presidente del consiglio italiano perché dà un cattivo esempio. Famiglia Cristiana ha scritto che la chiesa non può ignorare quest’emergenza morale e che i collaboratori di Berlusconi stanno cercando di difendere l’indifendibile. Il premier italiano non ha mai goduto di grande stima a livello internazionale. Gli ultimi scandali faranno ridere gli ospiti del prossimo G8. Ma è improbabile che si dimetta o che qualcuno lo spinga a farlo.
The Economist

Così va Berluscolandia. Il PIL scenderà al 5,5% quest’anno, il disavanzo pubblico al 5% galoppa, il reddito pro capite rimane al di sotto di quello spagnolo, ma quasi nessuno ne parla. E se qualcuno ne parla, Berlusconi gli urla di chiudere la bocca. Abbiamo bisogno di chiudere la bocca ai catastrofisti, le agenzie internazionali dovrebbero smetterla di pubblicare dati negativi che producono panico. La crisi è solo psicologica.
El Pais

Quando erano perseguitati da problemi interni, gli imperatori romani lanciavano delle grandi campagne internazionali per sviare l’attenzione. Allo stesso modo, il presidente del consiglio italiano Silvio Berlusconi cerca di distrarre gli italiani dagli scandali che lo riguardano annunciando il programma del prossimo G8.″
The Indipendent

Da lontano, con la sua facciata beige, sembra una casa popolare. L’edificio di quattro piani dove alloggeranno i capi di stato e di governo dei paesi del G8 è funzionale e privo di ogni charme. È il simbolo di un G8 low cost. Le tartarughe marine sono rare in Abruzzo. Eppure appaiono, stilizzate, sul logo ufficiale del G8. Come se la decisione presa da Silvio Berlusconi di trasferire il summit da uno dei più bei luoghi del Mediterraneo all’austero Abruzzo abbia sorpreso molti, pubblicitari compresi. Sull’isola tutto era pronto ad accogliere il vertice. I lavori erano già costati 350 milioni  di euro. In realtà, il progetto del G8 in Sardegna era un’idea di Romano Prodi per compensare la partenza della marina militare statunitense – che pagava 50 milioni di euro all’anno di affitto – e offrire nuove prospettive economiche alla Maddalena. Ora in Sardegna domina l’incomprensione. Tanto che alle elezioni europee sull’isola si è registrato un tasso record di astensione, soprattutto tra le fila del partito di Silvio Berlusconi.
Le Monde

Berlusconi non dovrebbe guidare il G8. Il club dei paesi ricchi dovrebbe vergognarsi di essere ospite del premier italiano. Non per gli scandali a base di donne, ma perché il G8 ha al centro della sua agenda l’Africa e lo sviluppo, ma Berlusconi non ha mantenuto le sue promesse di aiuti. Quattro anni fa l’Italia aveva promesso di aumentare il suo sostegno all’Africa di 25 miliardi di dollari all’anno fino al 2010. Ma da allora ha solo ritoccato del 3 per cento all’anno la cifra: ora dovrebbe farla salire del 145 per cento, nonostante la crisi. Invece ha annunciato dei tagli, nonostante sia il paese del G8 che spende meno in aiuti, in percentuale del pil
The Times

Sono tutti giornali in mano alla sinistra?

[Fonte Internazionale]

Annunci