Tag

, , , ,

Beppe Grillo ha deciso di candidarsi a segretario del Pd. Bene: ha tempo fino al 21 luglio per tesserarsi, trovare le firme necessarie di chi lo sosterrà al Congresso, e se riuscirà ad arrivare nei primi tre votati nell’assemblea del 25 ottobre, potrà gareggiare alle primarie per essere eletto nuovo segretario del Pd. Non dimentichi, il signor Grillo, che se non prende il 50 per cento più uno dei voti alle primarie, la palla passa nuovamente al congresso e i delegati voteranno il segretario tra i primi due più votati alle primarie.

Ah già, dimenticavo: Beppe Grillo sta facendo solo trambusto per agitare le acque del Pd, mica si vorrà candidare sul serio? Lui che ha già una condanna all’attivo e difende a colpi di post il Parlamento Pulito, non può certo abbassarsi al livello di quei beceri politicanti che si sono schierati tutti in fila davanti agli elettori – beceri a loro volta – chiedendo, se non supplicando, per un voto alle primarie!

Ma vogliamo scherzare? Su, dai Grillo, facci vedere quanto ci metti a ritornare in testa su BlogBabel  e nelle home dei giornali. Certo, di carta non se ne parla nemmeno, vista la tua campagna contro i sussidi statali all’editoria, ma forse, coi tempi che corrono e con le vendite dei Dvd che vacillano, forse un trafiletto in prima pagina sul Corsera o su Rep, o magari sulla Stampa o sul Giornale del nano tanto odiato, potresti anche prenderla. Certo è possibile, ma solo se offendi i tre candidati attuali e critichi ben bene l’operato disinibito e puttaniere del premier, perché in mezzo – come insegna Travaglio – c’è sempre quel malefico psiconano di Berluscaus, vero? Dai BeppeGrillo©,dimostraci tutta la tua bravura e la tua altezza politica…

Devo dire però che sono in difficoltà: è meglio BeppeGrillo© o una vangata di m… in faccia? Certo, la vanga ha i suoi bei lati positivi, BeppeGrillo© non so se sia alla sua altezza…mmm… deciderò a ottobre.

Annunci