Tag

, , , , ,

Avevo già parlato qualche giorno fa della scarsa risonanza che Repubblica e Repubblica.it stavano dando a Ignazio Marino dal giorno della mozione di candidatura a segretario del Partito Democratico. Oggi tra la posta mi arriva una mail del gruppo di scelgomarino.info che mi informano dell’apertura di una pagina su Facebook, dove si chiede a Ezio Mauro, direttore della versione cartacea, e a Vittorio Zucconi, direttore della versione online, di rispondere a cinque semplici domande. In perfetta sintonia con il loro stile, noi facciamo altrettanto:

1. Signor Direttore, il 23 luglio è stata presentata la mozione del Senatore Marino per la candidatura alla segreteria del Partito Democratico e Repubblica ha sostanzialmente ignorato l’evento. Perchè?

2. Dopo aver sostenuto, in passato, la legittimità di molte battaglie del senatore Marino e dei punti programmatici ora presenti nella mozione in questione, ignorate la battaglia di tanti vostri lettori. È questa una posizione politica chiara presa dal vostro giornale?

3. Ritenete utile ai fini del futuro dell’Italia e del Partito Democratico, la polarizzazione dello scontro personalistico tra Franceschini e Bersani ed ignorare una politica programmatica di medio periodo come quella del senatore Marino?

4. Ritenete che un giornale attento e approfondito come Repubblica debba interessarsi e riportare i contenuti della mozione Marino raccontandola, dal suo punto di vista, agli elettori?

5. Repubblica e repubblica.it, ignoreranno anche in futuro i contenuti delle posizioni del senatore Marino e del gruppo che lo appoggia, dando rilievo a ciò che fa gossip (come ha recentemente fatto “Il Foglio”) ?

Fate girare, se possibile.

Annunci