Tag

, , , ,

Un caso come un altro sui treni dirà qualcuno. La verità è che un po’ di ragione ce l’hanno. Troppe volte ho visto controllori arroganti che facevano multe alle persone più sfortunate di questo mondo senza un minimo di comprensione.

Ma qui credo si sia superato il limite. Ad un ragazzo senza braccia che non ha potuto fare il biglietto, non solo lo si umilia, ma lo si fa anche scendere! Passi il controllore str****, ma il capotreno e i due poliziotti che anziché dire “ma che c**** fai (fate) ? Ma vai (andate) a lavorare invece di tormentare la gente!” la aiutano, anzi la sostengono!

La chicca finale è la denuncia del controllore alla polizia ferroviaria per “offese” a chi ha denunciato lo scempio, ovvero l’articolista.

Io mi auguro che Trenitalia intervenga e che ponga rimedio.

UPDATE
Trenitalia si scusa e promette indagini. Intanto altri testimoni precisano e/o rettificano  l’articolo. Pare che almeno un controllore (non facente parte dei quattro) abbia cercato di fare tutto quanto era in suo potere (e non) per ridurre il disagio.

Annunci