Tag

, ,

Sentenza della corte d’appello per Cuffaro, in merito alla faccenda delle talpe alla Dda. In primo grado ricorderete i proclami di Cuffaro “non sono un mafioso, l’avevo detto”, come se non esserlo implica l’innocenza.

In Sicilia ci furono svariate manifestazioni perché a causa del suo comportamento fu favorita la mafia (questo dice la sentenza di primo grado).

Promosso dunque senatore, oggi c’è stata la sentenza d’appello. Non solo si conferma la sentenza di primo grado, ma si applica l’aggravante per mafia. ovvero per i giudici di appello Cuffaro è un mafioso.

Quello che però sfugge a molti è che Cuffaro non ha mai proclamato la propria innocenza, dice “non sono un mafioso” ma di negare le sue attività illegali di talpa neanche ci pensa!

Insomma, come una persona del genere sia potuta andare in parlamento è un mistero, tranne in Italia.